l’ultimo degli amanti focosi con la compagnia Lewis & Clark

l’ultimo degli amanti focosi con la compagnia Lewis & Clark

Teatro: l’ultimo degli amanti focosi con la compagnia Lewis & Clark- Il cartellone del Cardinal Massaia

L’ultimo degli amanti focosi è una brillante commedia di Neil Simon messa in scena dalla compagnia Lewis&Clark al teatro Cardinal Massaia. Complice la notte olimpica il teatro è mezzo vuoto, ma hanno torto gli assenti. Biglietto otto euro, ridotti sei. Ingresso provvisorio, si stanno effettuando lavori di ampliamento.

A proposito se vi piace Neil Simon, dal 24 al 26 marzo sempre al Massaia il teatro degli strilloni reciterà Plaza Suite.

Barney Brevimann (bravo l’attore che interpreta questo personaggio) è un ristoratore, specialità pesce, che alla soglia dei quaranta, decide di rompere la monotonia coniugale (si è sposato a 17 anni) organizzando incontri clandestini nell’appartamento della madre durante le sue assenze causa volontariato. Commedia in tre atti, un solo attore e tre attrici, una per atto. C’è Helena Novazio, amante annoiata, c’è Bobby, (interpretata da Barbara Cinquati), attrice respinta ad ogni provino e quasi sull’orlo della follia e Jeanette, l’ultima, casalinga in cura da un’analista.

L’ingresso in scena del protagonista in ogni atto è rappresentato da una borsa. La madre infatti registra ogni singolo spostamento nella stanza e quindi questa maniacalità costringe Barney a portar da casa alcoolici e sigarette. Questo aspetto della vicenda scatenerà qualche gag.

Helena è una cliente del ristorante ed ha ricevuto l’invito dietro il conto. Non un invito esplicito, semplicemente l’indirizzo. E’ una tabagista incallita ma nella stanza non ci sono sigarette. Questo incontro è retto sul gioco vorrei ma non posso, con qualche buona battuta “ti facevo venti minuti più giovane” e ritmo blando. Barney alla prova del nove fallisce, il suo è un tentativo velleitario, manca il coraggio per affrontare un’amante annoiata tutt’altro che indisponibile. Bello anche il gioco delle dita che puzzano di pesce “dovendo pulire 400 ostriche al giorno” si giustifica il proprietario del ristorante e il dibattito sulla giacca blù. L’uscita di scena di Helena segna la fine del primo atto.

Bobby è un’attricetta abbordata al parco. E’ il secondo incontro. Si alza decisamente il ritmo, talora vertiginoso. E’ chiaramente preda di una crisi di follia acuta, brevi spazi di lucidità seguiti da sgangherati ricordi: il furto in California del suo cane tibetano e il fallimento dei provini sono, secondo la sua interpretazione, frutto dell’intervento di un potente politico locale. Barney ha provveduto a dotare la casa di liquori e sigarette, Bobby fuma ma non sigarette. L’attrice è molto brava nel seguire l’incidere delle battute che spesso, par di capire non hanno un “appiglio precedente”. Un ruolo non facile, eseguito brillantemente. Anche questo incontro si rivela un fallimento, l’incontro tra Barney&Bobby, dopo un inizio che pareva promettente è il festival dell’incomunicabilità.

Delle nevrosi umane si occupa anche il terzo atto. Barney questa volta non ha voluto incontri al buio: la prescelta è Jeanette, casalinga annoiata, amica di famiglia. Barney gioca tutti i sabati a tennis con il marito. E’ però, l’incontro rivelatore. Jeanette che è in cura da un’analista ed ha un grado di felicità dell’otto per cento, pone una serie di inquietanti domande. E la nevrosi di cui è vittima la porta anche a non fidarsi del ristoratore. Barney scopre qual è la causa dei tentativi di infedeltà: cercava un rapporto pulito, come sostiene con enfasi. Al termine della ricerca scoprirà che la casa della madre può essere utile per incontrare la moglie Thelma.

Peccato davvero per lo scarso pubblico, ultimo appuntamento oggi alle ore 16.

Prossimamente al Massaia di via Cardinal Massaia 104

13 marzo: Olimpiadi della cultura per sipario&cori: coro la fonte

17-18-19: Gruppo teatro Uno. La Presidentessa di Maurice Hennequin con Maurizio Messana, Marlene Pietropaoli, Carla Guglielmi, Sabrina Baldi, Alberto Chiesura, Andrea Coda, Alberto Costanzo, Francesco Boschi

20 marzo: Olimpiadi della cultura. Coro Tre Valli

23 marzo: la filodrammatica buschese el ciochè in La cura ‘d Carolina di Castelverde ed Emmeci

24-25-26 marzo: teatro degli strilloni in Plaza Suite di Neil Simon

29-30-31 marzo, 1-2 aprile: teatro delle dieci in “Le mamme”

7-8 aprile: sipario doc, compagnia Masaniello in la fortuna con la effe maiuscola di E. De Filippo con Alfonso Rinaldi, Claudia Di Giulio, Francesco Di Monda, Cosimo di nunno, Silvia Ruggiero, Angelo Alù, Aniello Santoro, Salvatore Puzo, Claudio D’Acierno, Giulia Diglio, Francesca Zago, Luigi Mandrone, Sebastiano Chessa, Antonio Servillo, Cristina Guadagni, Michele Palombo, Angela Pugliese, Carmen Vitale, Fiorella Manfioletti, Simona Natale, Carmine Acanfora

9 aprile: Compagnia attaccabottoni “cola Bonanima ed Cesarin Capissa”

5-6-7 maggio: Circolo Bloom presenta le verità nascoste il caso Ballerini-Pan di Vincenzo Caruso e Esther Ruggiero

12-13 maggio: Compagnia riffa in “non si sa come” di Luigi Pirandello

14 maggio: cipria compatta e tromba del trambusto in “Circo cenerentola”

27 maggio: i decimatti “al lupo, al lupo” commedia musicale

 

Se volete scrivermi e/o discutere degli argomenti trattati, se volete collaborare con noi, se volete segnalare problemi o tematiche, se volete scrivere un articolo, una recensione di un libro o di un film, se volete raccontare un viaggio, breve o lungo che sia, se volete raccontare la vostra città, la vallata. Se volete inviare foto delle olimpiadi o di qualche manifestazione

Maya@valchisone.it

Cortesia: inserite l’oggetto nella vostra email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.