Siti partners certificati consigliati

Ultima modifica

  • : Lunedì 02 Marzo 2020, 16:24:36

Accesso gestione articoli

Accesso Utenti

Visite & Stats

Top - Siti web

Top - Siti web 2

Siti Istituzionali

Archivio Articoli/News

home2

Giovedì, 24 Marzo 2016 11:06

Pallavolo femminile: Tortolì-Vicenza 3-1

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Giocavano l’ottava, Vicenza, contro la nona, Tortolì. Partita spettacolare, grandi giocatrici da una parte e dall’altra, segno che il campionato di pallavolo femminile è di ottimo livello. Vicenza nel turno precedente aveva distrutto Novara, terzo in classifica, Tortolì era stato tritato a Pesaro in poco più di un’ora. Il primo set, con Vicenza avanti, sembrava il remake della giornata precedente, le ragazze vicentine allenate da Giuseppe Vica, statisticamente ottenevano il 50% di attacchi vincenti contro il 39% delle sarde allenate da Giuseppe Cuccarini. La differenza, così bene espressa da quel dato contribuiva al 25-22 finale. Il secondo set, equilibrato, partiva con un 3-2 per Tortolì e punto della Sekulic. Muro della Caponi ed errore in battuta della Leto, primo ed unico vantaggio per Vicenza, 4-5. Erano i muri a tenere Vicenza a contatto, muro della Borrelli, doppio muro sulla Menchova e Magdalena Sliwa, polacca, campionessa europea in carica. A quel punto spariva il muro vicentino ed usciva la Sliwa, ancora in errore in battuta della Menchova (lo scrivo come compare sulla maglietta), ma la Sekulic e la Karczamarzewka, chiamatela Agata, facevano danni irreparabili. 16-12 poi 20-14, con il muro sardo insuperabile. Fuori la Paccagnella dentro la Norato Simona, fuori la Sliwa dentro la palleggiatrice belga, Dirickx, meno personalità ed esperienza. Ingresso in campo anche per Valentina Conte, out Agata. Un’errore in battuta della Lehtonen, poi punti di Valentina Borrelli, inutile perché Natasa Leto chiudeva la pratica, 23-21 quindi 25-21. Rispetto alla partita con Novara, manca Sanja Stalovic, presente in campo ma non devastante e decisiva come sette giorni prima. Dall’altra parte la Menchova, alterna, risulta fondamentale Uno ad uno e tutto da rifare. Nel terzo set pare bene Tortolì, 3-1, ace della Menshova, murata la Mouha che si riscatta con qualche buona schiacciata. Ancora muro sardo con la Liktenchein, la palleggiatrice, che suggerisce attacchi pressoché vincenti. L’equilibrio si spezza, 8-3, rientra la Norato, 11-8. Prevale l’entusiasmo, Tortolì allunga in maniera decisiva, 18-13, 22-13, con le ragazze vicentine che si guardano ripetutamente senza capire il motivo di un simile crollo. Tiene la Lehtonen. dilagano la Sekulic e la Leto. 25-17 per Tortolì. Quarto set, il primo punto è della Mouha (7 punti fino a quel momento), 4-4 con errore della Lehtonen, Vicenza sembra essersi risvegliata dal torpore e rientra in partita. 8-8, sette errori in battuta a testa, sbaglia la Natasa Leto, Vicenza sopra di due. Lehtonen dieci, Leto 15, Paccagnella 7. 12-13 con errore della Liktenchein, 12-14 per le venete. Nuovo pareggio sul 15-15 con invasione fischiata alle ospiti. Menchova 19 punti, Starovic 13 malgrado qualche imprecisione. Nuovo pareggio sul 18-18, match palpitante, entra la Caponi, la Sliwa inventa, la Leto vola a sedici punti, sorpasso Tortolì sul 19-18. Ancora Leto, muro della Caponi, punto della Paccagnella. Sbaglia la Starovic in battuta, sbaglia anche la Lehtonen un attacco senza muro avversario alzato. 23-19. Ancora la Paccagnella, il trend è ormai fissato, fischiato un ritardo in battuta a Vicenza che fissa il 24-20. Prima la Borrelli che riemerge dalla nebbia, poi un muro fanno sperare le vicentine. Meno due. Un’illusione, Tortolì chiude, vincendo meritatamente per 25-22. Le pagelle. Tortolì Tatiana Menchova voto sette e mezzo. Fa più punti di tutte ma gioca tanti palloni. Mezzo punto in meno per qualche errore di troppo. E’ comunque devastante Natasa Leto. Voto otto. Bravissima nei momenti decisivi, una molla. Quando viene servita è sempre presente Sesti Nunes. Voto sei e mezzo. E’ difficile, almeno per me, giudicare il libero della pallavolo. Copre bene. Manuela Caponi. Voto sette e mezzo. Parte non benissimo ma cresce. Il muro di Tortolì è decisivo nel secondo e nel terzo set. Branka Sekulic. Voto nove. Come il numero di maglietta, esplosiva e bella. Realizza i punti che occorrono, quando occorrono, quando viene servita a dovere. La ragazza serba è strepitosa. Karczamarzewska Agata. Voto sette e mezzo. Ogni tanto commette l’errore del doppio tocco. Per il resto quando attacca fa davvero paura. Per potenza e precisione. Se avesse meno pause sarebbe incontenibile. Liktenchein. Voto otto. La palleggiatrice muove l’attacco di Tortolì in maniera impeccabile. Valentina Conte. Voto sei. Entra al posto di Agata, qualche spezzone di partita. Giuseppe Cuccarini (allenatore) voto sette. Ha una buona squadra che dopo una partenza non esaltante si sta prendendo qualche soddisfazione. Tortolì è una neopromossa, se si salva è un ottimo risultato, se entra nelle prime otto un miracolo. Vicenza. Valentina Borrelli. Voto sei. Ha forza e capacità. Si smarrisce nei momenti decisivi. Sliwa Magdalena. Voto sette e mezzo. Mezzo punto in più per la sostituzione del secondo set che non condivido. Qualche lampo di genio, in un’azione del quarto si comprende come predichi nel deserto della mancata concentrazione altrui. E’ anche fascinosa. Stalovic Sanja. Cinque e mezzo. Si intestardisce e viene murata. E’ potente realizza comunque tredici punti. Ha i numeri per fare di più. Non difende benissimo. Lehtonen Riika. Voto sei. La finnica alterna ottime soluzioni ad errori anche in battuta. Paccagnella Stefania. Voto sei. Parte bene, viene sostituita, tiene a galla Vicenza nel finale. Da il suo apporto. Liesbeth Mouha. Voto sei meno. La giocatrice belga nel terzo set si erge protagonista dei primi scambi. Fa una grandissima cosa e poi viene murata. Troppo alterna. Norato Simona. Voto sei. Entra al posto della Paccagnella, non ha tante occasioni di mettersi in mostra. Dirickx Fraeke. Palleggiatrice, sostituisce della Sliwa. Gioca poco, in quel poco Vicenza ha le idee confuse. Zirio Isabella. Voto sei e mezzo. Libero. Si impegna, la si vede saltare a destra e a sinistra. Simpatico il siparietto del quarto set che la vede esclusa dal campo. Giuseppe Vica (allenatore). Voto sei meno. La Vicenza che umilia Novara esiste un set. La squadra ha troppi vuoti ed è incapace di far variare gli attacchi murati nel secondo e terzo set.

 

Maya@valchisone.it

 

 

Letto 900 volte Ultima modifica il Giovedì, 24 Marzo 2016 11:07
Devi effettuare il login per inviare commenti

Segui le ultime news

Cerchi qualcosa nel sito?

Webcam

Tutte le webcam aggiornate

Non essere tirchio!

Metti qui un MI PIACE Grazie!

Facebook

Meteo Valchisone

Meteo per 5 giorni

 PREVISIONI
WHEATHER FORECAST

 

Scegli la tua Stazione Meteo

barometro

Villar Perosa

 

Roure

 

Pragelato

Torre Pellice

Cro San Pietro

Siti Partners

 logo ufficial application meteo pinrolese team

logo 300x235

Pineroloplay

Contatti mail         Informativa sui cookies            Privacy                skype

 

Valid Robots.txt

 

Valchisone.it non ha scopo di lucro, i banner pubblicitari presenti servono unicamente a coprire le spese di gestione e mantenimento.Tutto il materiale presente nel sito è di proprietà dei legittimi proprietari. Non intendiamo violare nessun tipo di copyright. Il proprietario del sito si intende sollevato da ogni responsabilità per danni causati da dichiarazioni personali rese nei confronti di terzi fruitori e non del sito e da qualsiasi informazione tesa a screditare ogni persona o attività.