Siti partners certificati consigliati

Ultima modifica

  • : Lunedì 02 Marzo 2020, 16:24:36

Accesso gestione articoli

Accesso Utenti

Visite & Stats

Top - Siti web

Top - Siti web 2

Siti Istituzionali

Archivio Articoli/News

home2

Martedì, 15 Marzo 2016 14:19

Torino: casi emblematici di mancato rispetto delle strisce pedonali

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Premessa: so che vi potrà sembrare noioso sentir parlare di strisce pedonali, eppure……………… Hanno il diritto di vivere/sopravvivere anche i pedoni Zona Mirafiori Nord, un’attenta lettrice dopo aver letto i caustici commenti sul mancato rispetto delle strisce pedonali nella Torino Olimpica mi ha invitato a controllare qualche attraversamento della zona dove abita. “Più pericolosi di giochi senza frontiere” aveva scritto. Corso Orbassano angolo via Castelgomberto, strisce pedonali evidenti. Il Comune ha costruito un simpatico passaggio nello spartitraffico. Complimenti, molto carino peccato che sia un’impresa attraversare. Nessuno, dicesi nessuno si ferma. Un supermarket all’angolo, un mercato poco oltre, un certo via vai, molti preferiscono fare metri in più per arrivare al semaforo successivo. Se si ferma la macchina della prima corsia non si ferma quella dell’ultima. Un pazzo fa lo slalom per evitare un povero pedone, altro che giochi senza frontiere, questa è impresa da supereroi!. Le macchine arrivano sparate, il rispetto del codice è lasciato al buon cuore degli spavaldi guidatori. Uno su mille…..?! “Mai un vigile” commenta un’anziana signora. No, non è vero. Sono in Piazza Pitagora, cento metri più in là, lato corso Cosenza: dove al pedone non serve!!. Provate ad attraversare la piazza proseguendo su Corso Orbassano e non provate invece (meglio) a provenire dal lato opposto del corso. Verde per i pedoni ma verde anche per le macchine che provengono dalla piazza( le avete quasi di fronte rombanti piazzate sulla destra e pronte sulla griglia) e si immettono sul corso direzione Mirafiori. Se sentite un colpo di acceleratore rombante, rinunciate!. I litigi sono all’ordine del giorno: verde contro verde (tante, tantissime le macchine che passano con il rosso, dove sono i controlli?) i pedoni non dovrebbero avere la precedenza?. Ovvio che no, le car suonano e slalomeggiano, padroni e predoni della strada. Via Guido Reni quasi angolo piazza Omero (duecento metri prima, due isolati). Strisce pedonali. Il semaforo più vicino è all’angolo con la piazza. Tre minuti per riuscire ad attraversare una cinquantina di metri. Da marciapiede sinistro a marciapiede destro, scalate prima il Musinè. Attesa per il primo blocco, spartitraffico, respiro profondo, attesa che gli automobilisti facciano i loro comodi secondo attraversamento. Provo provocatoriamente, sono sulle strisce, qualcuno se ne ricorderà?. La strada è a tre corsie. Primo blocco si ferma, seconda careggiata si ferma (ma l’autista un giovane intellettuale della nuova destra/sinistra, laurea all’ippodromo delle Capannelle, un certo grado culturale intuibile dallo stereo a palla di biliardo), non gradisce e gesticola. Ehi, walking man (men, non ricordo piu se a od e) questo è territorio neutrale. Dalla terza arriva spedita una golf grigia su cui siede un bancario-energumeno laureato all’università di Vinovo che sbraita: attentato di lesa maestà, cosa fai pazzo incosciente stavo per mettere la terza, cento sparati a palla di biliardo e tu interrompi questo fluido mediatico con il motore a tremilacavalli!. Una persona anziana in questo bailamme di maleducazione o rischia l’investimento o aspetta che il traffico scenda d’intensità. O torna a casa. Vi sembra giusto?. Con ampi gesti segnalo al bancario la presenza delle strisce. Mi guarda allucinato e per poco non chiede: “cosa sono?”. Consiglio all’attenta lettrice di stipulare immediatamente un’assicurazione mentre sarebbe utile che qualcuno (in divisa!) stazionasse ogni tanto nei pressi di questi segnacci zebrati che rappresentano ancora nell’immaginario collettivo di una minoranza le strisce pedonali. Qualora e dico qualora un provvedimento governativo le avesse rese inutili/inabili/non più rappresentative vi chiederei la cortesia di segnalarlo (non solo a me!!!).

Maya@valchisone.it

Letto 899 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Segui le ultime news

Cerchi qualcosa nel sito?

Webcam

Tutte le webcam aggiornate

Non essere tirchio!

Metti qui un MI PIACE Grazie!

Facebook

Meteo Valchisone

Meteo per 5 giorni

 PREVISIONI
WHEATHER FORECAST

 

Scegli la tua Stazione Meteo

barometro

Villar Perosa

 

Roure

 

Pragelato

Torre Pellice

Cro San Pietro

Siti Partners

 logo ufficial application meteo pinrolese team

logo 300x235

Pineroloplay

Contatti mail         Informativa sui cookies            Privacy                skype

 

Valid Robots.txt

 

Valchisone.it non ha scopo di lucro, i banner pubblicitari presenti servono unicamente a coprire le spese di gestione e mantenimento.Tutto il materiale presente nel sito è di proprietà dei legittimi proprietari. Non intendiamo violare nessun tipo di copyright. Il proprietario del sito si intende sollevato da ogni responsabilità per danni causati da dichiarazioni personali rese nei confronti di terzi fruitori e non del sito e da qualsiasi informazione tesa a screditare ogni persona o attività.