Siti partners certificati consigliati

Ultima modifica

  • : Lunedì 02 Marzo 2020, 16:24:36

Accesso gestione articoli

Accesso Utenti

Visite & Stats

Top - Siti web

Top - Siti web 2

Siti Istituzionali

Archivio Articoli/News

home2

Giovedì, 25 Febbraio 2016 11:16

Circumnavigando la Torino Olimpica si giunge all'Otium

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Corso Novara, sede del comitato organizzatore punto centrale e nodale della Torino Olimpica per il prossimo futuro almeno fino a marzo 2006 quando si saranno concluse anche le Paraolimpiadi?. Da Corso Novara e fino a Corso Svizzera è un dedalo incredibile di fabbriche abbandonate, fino alle Ferriere e alla torre di cemento che si erge ancora, manifesto della devastazione industriale operata nella città. Tutto è in costruzione e dal soprapasso potete ammirare questo manifesto cartellone post industriale, tutto spianato, tutto in movimento. Il lato sud della città, zona Mirafiori, grande fabbrica, è ancora in piedi: il colosso Fiat che pareva indistruttibile e che negli anni settanta controllava il cinquanta per cento del mercato nazionale, vacilla. Record tra i record, quest’anno per la prima volta si sono prodotte più autovetture con il marchio Fiat fuori dall’Italia. Licenziamenti incentivi, mobilità finalizzate alla pensioni e casse integrazioni hanno pesantemente snellito l’organico. Siamo dunque pronti per la scalata yankee, ovvero gli americani che in Italia non possono licenziare come in patria, maree di lavoratori che dal giorno alla notte si ritrovano senza occupazione e con debiti sostanziosi e con l’impossibilità di mantenere lo stesso status sociale e precipitano nella scala sociale, avranno la fabbrica leggera che tanto agognano?. Un delegato cisl sostiene che ormai si è spremuto lo spremibile e dunque esprime fiducia ma a bassa voce racconta della preoccupazione dei delegati per il futuro della grande fabbrica. Il delegato cgil snocciola cifre preoccupanti, con lo snellimento Fiat si è snellito anche l’indotto, tutte le fabbriche e fabbrichine che lavorano per il gigante malato. Non puntate la prua in direzione Piazza Rivoli nell’orario tragico di punta: un tabellone luminoso posto in Corso Trapani segnala la possibilità di code. Qualche metro oltre il cartellone avvisa che la “viabilità è stata modificata”. La prua passa nell’occhio del ciclone, il bus numero due è costretto ad attorcigliarsi e ad entrare in un controsentiero di dieci metri al culmine del quale è posta la fermata. Il bus esce dal labirinto ed ha lo stop per entrare in corso Trapani ed immettersi in Piazza Rivoli: chissà quanto deve aspettare nelle ore di punta prima che i velieri concedano magnanimamente l’ingresso nella viabilità modificata. Virata verso il centro, in piazza Castello due ragazzi suonano la chitarra in un’atmosfera irreale. Era davvero necessario quel laser su un palazzo storico che lancia in orbita frasi in inglese incomprensibili e senza senso?. Piazza Castello, lato via Po, la storia presa a calci, visionate e piangete per lo scempio. Modernità od americanismo?. Il palazzo del comune che è bello e la piazza pure sono rovinate da una strana griglia di palloncini quadrati sistemati a mò di griglia, rossi e blùbianchi, altezza dieci metri, distanza dal palazzo una ventina di metri malcalcolati. Studio l’enigma ed estraggo una soluzione: vogliono evitare che i piccioni stazionino sulla piazza?. Virata la prua verso il quadrilatero romano ci si imbatte in scritte latine e cirilliche: è un luogo di ritrovo di stolidi intellettuali iperintellettuali?. Macchè è otium, via Bellezza 8/g, parallela a via Milano e via Sant’Agostino, nel dedalo Via della corte d’appello, Via san Domenico, via Santa Chiara. Zona vecchio tribunale, parcheggiare è una scommessa contro il tempo e contro la maleducazione. Perché non chiudere completamente al traffico, zona pedonale dall’inizio, piazza della Repubblica alla fine via Garibaldi?. Si entra, ci accoglie un proprietario con bandana azzurro in testa, alla premier per intenderci in versione vacanziera nazionalpopolare. Specialità siberiane, mongole e della cucina russa, autentiche prelibatezze e rarità, il borsch che scatenò la rivolta della corazzata Potemkin. “In Siberia terra fredda ed ostile è l’immagine del solenne incanto degli spazi e del silenzio infinito” recita il raffinato biglietto da visita “virtutibus vitia confinia”, specialità delle regioni italiane ed infine piatti della cucina spagnola. Locale trend, non affollatissimo ma affollato, non si fuma in sala. Cucina russa, scelta obbligata visti i legami che ormai il nostro paese ha stretto con la grande madrepatria russa. Cameriere molto professionali e serie, cibo ottimo. Primo piatto con salmone, secondo patate elaborato, ampia la scelta dei vini, lista che comprende la produzione di decine e decine di paesi, Slovenia, Russia, Usa, Argentina, persino. Non delocalizziamo, ci viene proposto un dolcetto da quattordici gradi, pastoso e delizioso, ne vale almeno venti di gradi centigradi. Piatti calorici, piatti da tutti i giorni in Russia o piatti solo per la festa?. Locale tranquillo, la gente parla in silenzio, non si odono grida e strida se non nei vicoli stretti del dedalo: udito solo due squilli di cellulare, un’autentica rarità. Merita una visita se non altro per assaggiare cibi particolari. Si vira nuovamente la prua ma questa virata sarà oggetto di un altro reportage dalla Torino Olimpica: the logical song dei Supertramp la colonna sonora, tutti in attesa dell’opera magna dello scultore danese in largo Orbassano. Non dormiamo più.

 

maya@valchisone.it

Letto 929 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Segui le ultime news

Cerchi qualcosa nel sito?

Webcam

Tutte le webcam aggiornate

Non essere tirchio!

Metti qui un MI PIACE Grazie!

Facebook

Meteo Valchisone

Meteo per 5 giorni

 PREVISIONI
WHEATHER FORECAST

 

Scegli la tua Stazione Meteo

barometro

Villar Perosa

 

Roure

 

Pragelato

Torre Pellice

Cro San Pietro

Siti Partners

 logo ufficial application meteo pinrolese team

logo 300x235

Pineroloplay

Contatti mail         Informativa sui cookies            Privacy                skype

 

Valid Robots.txt

 

Valchisone.it non ha scopo di lucro, i banner pubblicitari presenti servono unicamente a coprire le spese di gestione e mantenimento.Tutto il materiale presente nel sito è di proprietà dei legittimi proprietari. Non intendiamo violare nessun tipo di copyright. Il proprietario del sito si intende sollevato da ogni responsabilità per danni causati da dichiarazioni personali rese nei confronti di terzi fruitori e non del sito e da qualsiasi informazione tesa a screditare ogni persona o attività.